Territorio

C’è un posto, nel cuore dell’Italia, ricco di opportunità insediative per aziende in quanto naturale crocevia di tutte le principali vie di comunicazione nazionali ed è a un passo dall’Europa, anche grazie ad un aeroporto di rilevanza internazionale.

italian industrial developmentQuesto posto è la città di Bologna. Un’area metropolitana che con i suoi 60 Comuni, quasi 1 milione di abitanti e 90.000 imprese è, da sempre, ai vertici di tutte le classifiche nazionali ed internazionali per qualità della vita ed efficienza dell’Amministrazione Pubblica. Un posto in cui gli standard europei si sposano bene con una terra ricca di tradizioni culturali, monumentali ed enogastronomiche, dove la modernità della sua Fiera Internazionale è a pochi passi dalle meravigliose colline dell’Appennino tosco-emiliano. Bologna è situata nel cuore culturale, amministrativo ed economico dell’Emilia-Romagna, in una delle regioni più dinamiche e floride in quanto a opportunità insediative per aziende d’Europa. Grazie alla sua posizione geografica, Bologna è un crocevia naturale e strategico tra l’Europa e il Mediterraneo, Il territorio provinciale è attraversato dalle arterie autostradali A1 Milano-Napoli, A14 Bologna-Taranto, A13 Bologna-Padova. Bologna è il principale nodo ferroviario nazionale. La linea ad Alta Velocità (T.A.V.) Milano-Napoli, recentemente completata, ha ulteriormente migliorato l'accessibilità già ottimale e l'offerta di collegamenti ferroviari che Bologna offre con l'Europa e il resto d'Italia. L’aeroporto di Bologna dista solo 6 km dal centro della città. Il Guglielmo Marconi è uno dei principali aeroporti italiani per numero di destinazioni nazionali e internazionali, per i frequenti collegamenti con i maggiori hub europei e per un traffico passeggeri in continua crescita. Infine, la fitta rete di trasporti pubblici, sia ferroviari che stradali, collega la città con tutti i comuni della provincia. All’interno di questo scenario generale, nel 2004 la Provincia di Bologna si è dotata di un piano strategico (il PTCP) attraverso il quale si è posta l’obiettivo di definire il futuro assetto insediativo, ambientale ed infrastrutturale del territorio bolognese e tutto questo per agevolare l'accesso alle opportunità insediative per le aziende. Questo assetto è fondamentalmente imperniato su quattro cardini principali:

  • Potenziamento del Servizio Ferroviario Metropolitano,
  • Passante Autostradale,
  • Policentrismo insediativo (sia nel tessuto residenziale che in quello produttivo-terziario),
  • Potenziamento della Rete Ecologica locale.

 
industrial areas Mediante tale piano ma, più in generale, mediante tutte quelle sinergie che dovranno essere cercate nell’ambito dell’imminente riassetto istituzionale, incentrato sulla nascita della Città Metropolitana, il territorio di Bologna potrà valorizzare ulteriormente le eccellenze e i valori da cui è contraddistinto. Sono queste le fondamenta per essere protagonista nel ruolo che giocheranno le città medie europee nel riequilibrare le distorsioni della “galassia” insediativa centroeuropea, definita “blue banana”, che comprende le aree che vanno da Londra a Milano e che già oggi mostra segnali di forte congestione. Bologna quindi, sia come “gate” attraverso il quale transitano e si diffondono nel territorio regionale quei flussi sia materiali che immateriali che generano sviluppo sostenibile, ma anche centro metropolitano che, dotato di massa critica e di una efficace accessibilità, è in grado di essere il riferimento per tutto il suo territorio regionale.